7 modi per perdere peso (adatti anche ai più pigri)

Disclosure: this is a sponsored post that contains sponsored link

Il solo pensiero di doverci alzare dalla sedia e fare qualcosa per smaltire quei chiletti in più, ci fa sentire stanchi. Se siamo dei pigri cronici e non abbiamo voglia di sforzarci troppo per stare attenti alla linea, possiamo provare a seguire alcuni consigli scientifici studiati apposta per noi. Per tenere sotto controllo le calorie, basta avere alcuni accorgimenti: ascoltare i nostri stimoli (perché mangiamo se abbiamo solo sete?), vestirci comodi o mangiare alla giapponese, facendo attenzione a riempirci solo per l’80%. Insomma, un modo per perdere peso c’è e non è lontano dal nostro letto.

Ecco 7 consigli (adatti anche ai più pigri):

1. Pensaci bene: hai sete o fame?

Perché mangiamo quando, in realtà, abbiamo solo sete? Secondo uno studio, pubblicato sulla rivista Physiology & Behavior, il 60% delle volte in cui avvertiamo lo stimolo della sete, rispondiamo mangiando invece che bevendo. Rispondere correttamente alle nostre necessità ha i suoi vantaggi: secondo una ricerca, pubblicata sul giornale “Obesity”, bere prima di mangiare fa risparmiare qualche caloria in più. I ricercatori hanno osservato che coloro che bevevano almeno due bicchieri di acqua prima di mangiare, assumevano dalle 75 alle 90 calorie in meno durante il pasto. Tutto ciò è possibile perché l’acqua riempie. Ma è bene ricordare che non tutti i liquidi sono ideali: va da sé che è meglio evitare le bevande zuccherate.

2. Mangia…alla giapponese

sushi

Non mangiare fino a scoppiare, mangia fino a quando ti senti pieno all’80%. È questo il “precetto” che deriva dalla cucina giapponese: tradotto in termini pratici, farebbe risparmiare 300 calorie almeno. Ecco come potremmo metterlo in pratica: dal momento che al nostro corpo servono almeno 30 minuti prima di registrare i segnali legati al senso di sazietà, è consigliabile mangiare fino a quando siamo pieni a metà, poi aspettare un po’ prima di ordinare il dessert. Un semplice accorgimento che potrebbero mettere in pratica anche i più pigri e che consente di assumere meno calorie.

3. Rimanda il momento della merenda

Non è sbagliato fare merenda o concedersi ogni tanto uno snack. Ma meglio non abusare. Secondo uno studio del Dipartimento di Agricoltura americano, almeno due terzi della popolazione adulta mangia uno snack più di due volte al giorno: un’abitudine che potrebbe essere rischiosa per l’accumulo di grassi. Per non rinunciare alla nostra merendina preferita basta guardare l’orologio: gli snack consumati a metà mattinata hanno più possibilità di essere smaltiti durante la giornata rispetto a quelli consumati nel pomeriggio. Quest’ultimi, d’altra parte, sono associati ad un maggiore apporto di fibre che riescono a farci sentire sazi. Perciò, per non aumentare di peso, basta scegliere gli orari giusti.

4. Vestiti casual

jeans

Vestirci comodi ci aiuta a tenerci in forma: chi lo avrebbe mai detto? Via tacchi, via giacca e cravatta: secondo uno studio dell’American Council on Exercise, vestirsi casual ci consente di muoverci meglio e quindi aumenta la nostra propensione verso l’attività fisica quotidiana. I ricercatori hanno osservato che i volontari, vestiti in modo comodo, hanno fatto 491 passi in più e bruciato 25 calorie in più rispetto ai giorni in cui erano vestiti di tutto punto. Secondo gli studiosi, vestirsi casual almeno una volta a settimana permette di bruciare più di 6000 calorie nel corso dell’anno.

5. Premiati

Prima di goderti il tanto meritato cioccolatino, pensaci. Pensa al fatto che ti stai abbandonando al piacere. Secondo una ricerca, pubblicata sulla rivista Trends in Endocrinology and Metabolism, il piacere crea una sensazione di rilassamento e migliora il metabolismo: questo significa che, se siamo davvero abbandonati a ciò che stiamo mangiando, potremmo assumere anche meno calorie. Assaporare e mangiare “pensando” accende anche i nostri sensi: i partecipanti all’esperimento hanno mangiato una barretta di cioccolato per premio durante una pausa e l’hanno trovata più ricca di sapori rispetto ad un altro gruppo che, invece, l’ha mangiata direttamente, senza aspettare il momento giusto.

6. Schiaccia un sonnellino

sonno

Il miglior modo per perdere peso per i più pigri è proprio questo: dormire. Il letto può essere un valido alleato per la nostra dieta. Dormire una certa quantità di ore è essenziale per sentirci riposati e per mantenere il corretto funzionamento del metabolismo. Frequenti interruzioni, la luce che entra dalla finestra, possono agire negativamente sulla qualità del nostro sonno e farci sentire più affamati al risveglio. L’equilibrio consente di mantenere gli ormoni predisposti al senso di fame a bada.

7. Mandati dei messaggi

Il nostro cellulare non ci lascia mai, neanche nel momento del bisogno. Ora che ci siamo messi in testa di dimagrire o comunque di far attenzione alla nostra linea, lo smartphone potrebbe rivelarsi un valido alleato. Ci sono molte applicazioni che consentono di tenere il conto delle calorie assunte o consumate e funzionano come una sorta di diario. È bene tenerlo e consultarlo per avere sempre davanti agli occhi il punto a cui siamo arrivati, per premiarci, se siamo stati bravi, o per incoraggiarci a fare di meglio, la prossima volta.